Mimaki è un'azienda giapponese che ha costruito un intero mondo intorno alla stampa digitale. Fondata nel 1975, l'azienda produce stampanti a getto d'inchiostro di grande formato e macchine da taglio per i mercati di segnaletica, tessile, abbigliamento e industriale.
Dopo 45 anni nel mercato della stampa 2D, l'azienda ha iniziato a sviluppare una nuova strategia per il mercato della stampa 3D. Con un focus sul colore, il produttore ha fatto di tutto per assicurare un vero patrimonio innovativo.

Jordi Drieman

Per comprendere le ragioni di questa evoluzione e scoprire le specifiche del loro prodotto di punta nel settore della stampa 3D, Jordi Drieman, lo specialista 3D dell'azienda, ha risposto alle nostre domande per questa opinione della settimana.
Ingegnere della formazione, Jordi Drieman è stato interessato alle tecnologie 3D sin dalle prime fasi del progetto RepRap. Come veri appassionati, ha costruito le stampanti 3D FDM e ha acquisito familiarità con l'intero processo di produzione, dal software alla post-elaborazione.

Sfruttare le competenze della stampa 2D per entrare nel settore della stampa 3D è piuttosto insolito; come spieghi questa evoluzione? E come percepisci la risposta dei professionisti della stampa 3D?

Mimaki è presente nel mercato della stampa 2D da quasi 45 anni, quindi per noi era logico esplorare il campo della stampa 3D. Grazie alla nostra esperienza e competenza nel campo della stampa, siamo convinti di poter offrire una stampante 3D che offre un'elevata qualità di stampa, prestazioni stabili e tempi di esecuzione avanzati.
Abbiamo anche introdotto tecnologie di stampa a getto d'inchiostro 2D per il mercato 3D. L'uso dei profili colore ICC, ad esempio, è comune nella stampa 2D, ma completamente nuovo nell'industria 3D. Consentono alla nostra stampante 3D di stampare con la corrispondenza esatta dei colori (WYSIWYG). Sono sicuro che ci sono molte altre tecnologie di stampa 2D che possiamo applicare anche alla stampa 3D.
Nel complesso, la reazione dei professionisti della stampa 3D è stata molto positiva. Molti sono rimasti molto colpiti dalla qualità di stampa fotorealistica della stampante e dall'aspetto realistico dei modelli al termine. Le capacità di colore della stampante si distinguono sul mercato, con un feedback positivo.

Secondo te, quali sono le sfide della stampa digitale di grande formato nel mercato odierno?

Il colore pieno è relativamente nuovo per il mercato 3D e la sfida per Mimaki è mostrare perché sono necessari 10 milioni di colori. Per trarre vantaggio dall'intera gamma di colori, dobbiamo anche fornire una formazione completa per l'intero flusso di lavoro.

Uno dei punti di forza di Mimaki a Formnext 2018 è stata la stampante 3D 3DJJ-553, puoi dirci di più su questa stampante 3D?

Sviluppato dalla nostra esperienza nella stampa industriale a getto d'inchiostro 2D, il Mimaki 3DUJ-553 è la nostra prima stampante 3D. Questo è il primo sistema di stampa polimerico 3D che consente più di 10 milioni di colori diversi. Basato sulla tecnologia a getto d'inchiostro a polimerizzazione UV, costruisce oggetti lanciando strati successivi di inchiostri che vengono polimerizzati con luce LED UV ad ogni passaggio.

Come si distingue la stampante 3D da altre stampanti della stessa gamma?

Certamente dal colore. La gamma di colori e luminosità combinata con la capacità di abbinare i colori con una tale precisione apre interessanti possibilità di applicazione. Ad esempio, le tinte cutanee - dove le più piccole variazioni possono essere facilmente rilevate dall'occhio umano - sono riprodotte con qualità fotorealistica mentre la tecnologia Mimaki esegue la scansione con precisione assoluta. Quando si confrontano i risultati di stampa con quelli di altre macchine che si stampano, ad esempio, 1 milione di colori, si noterà la differenza di qualità. Inoltre, grazie all'utilizzo esclusivo del profilo colore ICC, i risultati sono coerenti: si otterrà sempre la stessa qualità indipendentemente dalla stampante 3DUJ-553 Mimaki utilizzata e dal sito di produzione in cui si trova la macchina.

Anche il nostro materiale di supporto è unico. È solubile in acqua e si dissolve semplicemente in acqua. Ciò significa che è sufficiente immergerlo nell'acqua e che non c'è getto d'acqua, che può danneggiare le parti delicate del modello.

Quali tipi di applicazioni può fare la stampante?

La stampante è in grado di eseguire un'ampia gamma di applicazioni, ognuna delle quali richiede un'accurata corrispondenza dei colori. Gli esempi includono modelli e prototipi di arte 3D, strumenti e attrezzature, figurine, nonché applicazioni mediche ed educative.

Potresti parlarci di una sfida eccitante che hai avuto con la stampante 3DUJ-553 in uno dei tuoi casi d'uso?

Ogni settimana, incontro nuove eccitanti sfide. Tutte le applicazioni o progetti in cui siamo coinvolti sono molto stimolanti.
Di recente, abbiamo stampato scanner medici di pazienti reali. I risultati sono così realistici che alcune persone li trovano spaventosi. I medici hanno mostrato grande interesse per i modelli 3D perché possono usarli per allenarsi e prepararsi prima di eseguire un intervento chirurgico. Questo può essere particolarmente utile per gli interventi chirurgici di neonati e pazienti con malattie rare.
L'aspetto più difficile della stampa 3D è la preparazione dei dati; ogni dettaglio deve essere corretto prima della stampa in modo che il risultato finale sia esattamente quello che il cliente desiderava.

 

Per informazioni esclusive sulla stampa 3D, iscriviti alla nostra newsletter e seguici sui social network!
Vuoi abbonarti a 3D ADEPT Mag? O vuoi apparire nel prossimo numero della nostra rivista digitale? Inviaci una mail a contact@3dadept.com