Trumpf supera i suoi obiettivi per la stampa 3D industriale, ma il meglio deve ancora venire ...

Dall'invenzione della tecnologia SLS, Trumpf è uno di quei pionieri che hanno giustamente investito nella produzione additiva. Oggi, con oltre 77 aziende in tutto il mondo e oltre 13.400 dipendenti, il produttore tedesco ha una divisione dedicata alla produzione additiva, per gestire al meglio la sua evoluzione in questo mercato in crescita. In un mercato in cui non è ancora chiaro fino a dove può arrivare l'innovazione, lo specialista della produzione additiva mostra che sta andando avanti con il suo tempo e oggi la sfida principale da superare è quella dell'industria 4.0 .

Come affrontare questo problema? L'argomento è vasto ma oggi, Thomas Fehn affronta alcuni punti in questo "opinione della settimana".

Innanzitutto, Trumpf è specializzata nella tecnologia delle macchine utensili, nei sistemi di metallizzazione e nei laser per la produzione industriale. "Riconosciuto per la qualità delle sue macchine e dei suoi servizi", la società è attiva praticamente in ogni settore, dal software alle fabbriche intelligenti. Thomas Fehn, che oggi condivide l'esperienza dell'azienda, è responsabile dell'unità di produzione additiva e le sue funzioni sono limitate alle vendite, al marketing e alla finanza.

La più grande sfida dell'azienda finora.

Per Thomas Fehn, è ora che tutto si gioca. "Il mercato della produzione additiva è ancora un mercato in via di sviluppo. Abbiamo un'industria ben consolidata nella prototipazione. Ci sono alcune industrie come l'industria medica o aerospaziale in cui lo sviluppo continua. Inoltre, mentre definiscono le macchine e i processi che utilizzano, i clienti si evolvono anche con la loro produzione.

Ciò significa che non dobbiamo solo fornire nuove idee e sistemi che si adattino meglio alla loro produzione, ma anche adattare le nuove esigenze dei nostri clienti a tutti i livelli. Dobbiamo affrontare la realtà e il mercato è attualmente lento nel trovare nuove soluzioni. Pertanto, i fornitori di macchine sono principalmente all'origine dell'innovazione nell'ambito delle tecnologie esistenti. ".

Parlando di digitalizzazione in un processo di stampa 3D, Thomas sottolinea che la vera questione è fino a che punto la digitalizzazione cambierà l'industrializzazione. In effetti, la digitalizzazione è il denominatore comune per tutti i reparti dell'azienda.

Secondo Thomas Fehn, "i clienti sono alla ricerca di nuovi modelli di business che aumenteranno la loro produttività e consentiranno loro di pianificare rapidamente la produzione. Hanno bisogno di conoscere e padroneggiare facilmente le piattaforme di scansione. D'altra parte, va notato che esiste una nuova generazione di macchine che integrano le operazioni e alle quali dobbiamo adattarci. Al di là delle operazioni industriali, ci sono cambiamenti a tutti i livelli, inclusi gli smartphone, e tutto questo per facilitare i processi. "

L'esempio della piattaforma AXOOM.

Per facilitare la produzione dei propri clienti, Trumpf ha deciso di introdurre più funzionalità di automazione nei processi.

Thomas Fehn prende l'esempio della piattaforma AXOOM che è stata creata due anni fa. "Questa piattaforma collega tutti i sistemi di produzione in un laboratorio per creare una produzione di rete completa, una fabbrica intelligente. L'obiettivo è connettere tra loro macchine, software e processi per consentire il trasferimento sicuro dei dati nella piattaforma IoT del cloud per una maggiore trasparenza e produttività. Non è quindi obbligatorio utilizzare il software Trumpf sulla piattaforma. "

Vantaggi e svantaggi della digitalizzazione in un processo di produzione additivo.

Per Thomas, il grande vantaggio è che il miglioramento inizia internamente. "Stiamo cambiando completamente le nostre piattaforme interne. A nostro avviso, non è possibile portare o cambiare il mondo tramite la digitalizzazione se non cambiamo noi stessi. Ecco perché dobbiamo iniziare internamente. Inoltre, sono i nostri clienti che avviano questo cambiamento in noi.

L'unico inconveniente è che le persone si sentono ancora a disagio con l'evoluzione della digitalizzazione. TRUMPF li sensibilizza ad andare avanti. Le aziende che integrano la digitalizzazione vendono di più. È un dato di fatto "

Outlook per il 2019.

Il Gruppo TRUMPF è riuscito a incrementare significativamente le vendite, gli ordini e i profitti nell'anno fiscale 2017/18 conclusosi il 30 giugno 2018. Il fatturato è aumentato del 14,6% a 3 57 miliardi di euro (anno finanziario 2016/17: 3,11 miliardi di euro) - la cifra più alta nella storia dell'azienda dalla sua creazione nel 1923.

Se l'azienda spera di andare ancora oltre nel 2019, oggi Thomas vede un mix di prodotti solidi in azienda e una serie di possibilità offerte dalla digitalizzazione ... È un'avventura che non smette di deliziare per il momento.

 

Per informazioni esclusive sulla stampa 3D, iscriviti alla nostra newsletter e seguici sui social network! Vuoi abbonarti a 3D ADEPT Mag? O vuoi apparire nel prossimo numero della nostra rivista digitale? Inviaci una mail a contact@3dadept.com