La maggior parte dei problemi di produzione additiva sono molto spesso legati a software o materiali. Ciò può essere compreso, questi elementi giocano un ruolo decisivo nel migliorare il flusso di lavoro di una parte, ma una produzione additiva di successo di una parte funzionale dipende anche da altri elementi esterni nell'ambiente: i gas.

Per molti motivi (e spesso inconsapevolmente), i professionisti spesso non lo valutano, tuttavia i gas nell'ambiente di produzione possono avere un impatto durante e anche dopo la produzione di una parte prodotta da produzione additiva.

Mentre non abbiamo alcun controllo sull'aria che respiriamo ogni giorno, nel settore della produzione additiva, aziende come Linde stanno cercando di "controllare l'incontrollabile" per consentire ai produttori di avere una produzione additivo riuscito.

Pierre Forêt - Responsabile dell'Unità di produzione additiva di Linde.

Come lo fanno? Ne abbiamo discusso con Pierre Forêt, Additive Manufacturing Specialist presso Linde. #Opinionedellasettimana

Linde è un gruppo internazionale tedesco specializzato nei settori del gas e dell'ingegneria. Nel mercato della produzione additiva, l'azienda offre gas industriali e si trova in questa arena così come "Air Liquide" o Praxair.

Se la società è stata creata nel 1879, Pierre Forest ci dice che ha funzionato per più di 10 anni e, negli ultimi 4 anni, ha guidato il team additivo di produzione, che si dedica alla ricerca e lo sviluppo di gas per questo mercato. Oltre alle filiali in Europa e in America, la società con sede a Monaco ha uno stabilimento che comprende le attrezzature e la tecnologia necessarie su cui l'unità guidata da "Pierre Forêt" lavora per fornire soluzioni all'industria di produzione additiva.

Quando e perché Linde è entrata nel settore manifatturiero additivo?

Linde produce molecole di gas (ossigeno, argon, ecc.) Che vengono utilizzate in molti processi. Nel caso della produzione additiva (FA), i gas inerti come l'argon o l'azoto sono spesso utilizzati nell'ambiente di produzione.

Ciò che è interessante è che quando guardiamo all'intera catena del valore, il ruolo dei gas non è spesso ben percepito e tuttavia il processo di produzione li coinvolge. Ad esempio, la polvere utilizzata come materiale nella stampante 3D è stata prodotta con una grande quantità di gas. Il processo di produzione stesso comporta la presenza di gas nell'ambiente di produzione e anche durante la fase di post-trattamento, un processo chiamato pressatura isostatica a caldo utilizza temperature in un'atmosfera ad alta pressione limitata per rimuovere la porosità. interno e vuoti in materiali e componenti in metallo fuso. Fondamentalmente, il processo di pressatura isostatica a caldo viene utilizzato nelle applicazioni di fascia alta per compattare la parte.

Poiché i gas svolgono un ruolo chiave nelle varie fasi del processo di produzione, il nostro ruolo è lo sviluppo di tecnologie che integreranno i sistemi di produzione additiva per consentire una buona capacità di produzione.

Lo sviluppo del gas per diversi settori è stato il nostro core business per decenni, ma dal 2016, data la crescita del mercato della produzione additiva, abbiamo deciso di assumere esperti interni e dedicare un'unità completa in questo settore per supportare meglio i nostri clienti.

Come spiegare il ruolo dei gas nella produzione additiva?

La produzione additiva è ancora una tecnologia giovane. Molti clienti nel settore automobilistico, aerospaziale e anche medicale hanno raggiunto le loro applicazioni attraverso la produzione additiva, ma l'uso di questa tecnologia rimane molto limitato rispetto alle applicazioni con processi tradizionali.

Un secolo fa, la gente era entusiasta dell'uso del processo di saldatura. All'inizio non si preoccupavano della qualità dei gas che usavano; gas economici con molte impurità. Nel tempo, si sono resi conto che se avessero usato la giusta miscela di gas, avrebbero potuto aumentare la produttività e la qualità di questo processo.

Lo stesso fenomeno si può osservare nel settore della produzione additiva. La produzione additiva è stata utilizzata per diversi anni, ma recentemente i professionisti sono diventati consapevoli dell'influenza dei gas sull'aspetto della parte finale. Il nostro ruolo non è solo quello di aumentare la consapevolezza della presenza di molecole di gas, ma di sviluppare soluzioni che potrebbero facilitare il loro uso.

Potresti dirci di più sul tuo sistema di polvere ADDvance® e su come garantisce l'integrità delle polveri metalliche per la produzione additiva?

Uno dei nostri clienti era preoccupato dell'acquisto di una polvere estremamente costosa, il titanio (il suo prezzo può arrivare fino a 300 € al kg) e aveva bisogno di molta polvere per un processo. Il rovescio della medaglia è che oltre ad essere costoso, la polvere è molto sensibile all'umidità, il che significa che è facile perdere l'essenza della polvere; e questo avrà sicuramente un impatto sul processo di stampa.

Per evitare questo spreco di denaro, la soluzione ideale era sviluppare un sistema in grado sia di stimolare la polvere che di eliminare l'umidità. È così che abbiamo sviluppato il sistema ADDvance® che non contiene né aria né umidità.

La soluzione di archiviazione funziona con una funzione di monitoraggio e monitoraggio dell'umidità che misura continuamente i livelli di umidità. Rilascia una grande quantità di gas di spurgo non appena le porte sono chiuse per rimuovere rapidamente l'umidità dall'aria. Quindi applica un flusso di gas inferiore per garantire un livello di umidità costantemente basso. Non c'è perdita di qualità.

ADDvance®

Di recente hai firmato una partnership con GEFERTEC. Quale sarà il tuo ruolo in questa partnership? Qual è lo scopo del progetto?

Abbiamo iniziato questo progetto l'anno scorso con GEFERTEC e altri partner. Questo progetto è basato sul processo di stampa 3D di Gefertec (che utilizza un filo e un arco rispetto al laser e alla polvere nel processo Laser-Powder Bed Fusion ). L'obiettivo è consentire la produzione di pezzi di grandi dimensioni in tempi record.

In questo progetto, esamineremo la produzione di parti in titanio e, come spiegato in precedenza, i gas svolgono un ruolo chiave nell'uso di questo filo. Infatti, è un materiale il cui uso è pratico quando associato a miscele di gas appropriate. E Linde entra in gioco a questo punto.

La tua ultima parola?

Comuniceremo di più sulle nostre attività di ricerca e sviluppo e mostreremo alla comunità i nostri risultati sull'influenza dell'ossigeno in una stampante 3D. Abbiamo diversi progetti in corso con titanio, leghe a base di nichel e altri materiali. Penso che la nostra opinione su questo aiuterà la comunità a portare la produzione additiva a un livello più solido.

 

Per informazioni esclusive sulla stampa 3D, iscriviti alla nostra newsletter e seguici sui social network! - Tutte le immagini ricevute da Linde

Vuoi abbonarti a 3D ADEPT Mag? O vuoi apparire nel prossimo numero della nostra rivista digitale? Inviaci una mail a contact@3dadept.com